stemma grumentina
bandiera italiana
bandiera americana

Memoria e Lingua Grumentina

Grumento Nova

Lingua e memoria

La memoria del Grumentino e la lingua saponarese: Questo progetto riguarda entrambe e il loro rapporto. Qui ci sono elementi diretti di documentazione linguistica. Tuttavia, la sfida di qualsiasi progetto di documentazione linguistica è quella di descrivere qualcosa che è sempre in evoluzione: Le lingue cambiano, così come le persone e i luoghi. Da Grumentum a Saponaria a Saponara di Grumento e, infine, a Grumento Nova; e la città stessa è cambiata ancora più drasticamente. Eppure la lingua di Grumento Nova continua a essere chiamata, affettuosamente, con il suo nome più antico: saponarese. In questo e in altri modi ha fatto da ponte con il passato di Grumento.

Il saponarese contiene tracce di quella storia, di diversi assetti politici, di periodi di contatto con gli stranieri e dell'evoluzione delle relazioni sociali tra i suoi parlanti e gli altri. Si potrebbe affermare che la lingua stessa può essere una forma di memoria. Se è così, la memoria di quella lingua è un patrimonio culturale inestimabile.

Il linguaggio è una delle cose più complesse che gli esseri umani fanno, eppure lo facciamo senza sforzo. Il linguaggio, di per sé, è una dotazione cognitiva che ci permette di utilizzare sistemi complessi di simboli come mezzo di comunicazione. Ma mentre il linguaggio in senso cognitivo è una capacità della mente individuale, i singoli linguaggi sono sistemi astratti di conoscenza collettiva che esistono tra le menti. Diventano significativi solo attraverso le convenzioni di una comunità di parlanti. Ciò che gli esseri umani fanno con il linguaggio è di per sé notevole e ogni singola lingua è un pezzo inestimabile del nostro patrimonio umano globale che merita di essere preservato e protetto.

Ma soprattutto, le lingue sono preziose per le persone che le parlano. Una lingua unisce un popolo. È il mezzo con cui si orienta collettivamente nel proprio mondo sociale e culturale. È quindi naturale che una lingua rifletta le differenze sociali di un popolo, le sue credenze culturali e i suoi costumi; e quando queste cose cambiano, la lingua si adatta.

Senza dubbio, il periodo che va dall'Unità d'Italia ai giorni nostri rappresenta la fase più rapida di cambiamento politico, sociale, tecnologico e linguistico della storia di questa città. Tuttavia, le cause di questi cambiamenti vengono da lontano, da processi astratti di globalizzazione e modernizzazione, che hanno rappresentato un'arma a doppio taglio per Grumento Nova e per molte piccole città come questa in tutto il mondo. Da un lato, queste forze politiche ed economiche hanno migliorato la qualità della vita a Grumento Nova sotto molti aspetti; dall'altro, però, hanno anche sconvolto i modi di vita tradizionali che erano fondamentali per la cultura grumentina e la lingua saponarese.

Con la standardizzazione del fiorentino letterario come lingua nazionale in Italia, il saponarese è stato sempre più espulso da diversi ambiti della vita quotidiana, mentre l'uso dell'italiano è diventato più onnipresente. Inoltre, lo stile di vita agro-pastorale era un tempo fondamentale per la cultura grumentina. Il saponarese era la lingua dei contadini, dei pastori e degli artigiani, ma l'agricoltura e la cura degli animali come mezzi di sussistenza sono stati lentamente sostituiti dall'industria e dalla tecnologia. Grumento Nova è anche diventata più connessa con il resto della Basilicata, dell'Italia e del mondo grazie ai nuovi mezzi di trasporto e di comunicazione. Nel complesso, si tratta di uno sviluppo positivo. Ma storicamente è stato l'isolamento geografico e politico della Saponaria che ha permesso alla lingua locale di svilupparsi e prosperare, e ora il saponarese è stato spinto a confrontarsi con nuove pressioni linguistiche. Le maggiori opportunità economiche hanno avuto un prezzo elevato. Eppure, mentre il reddito familiare medio è aumentato, l'emigrazione continua a sradicare i residenti di Grumento Nova dalla loro città natale e dalla loro lingua in cerca di opportunità in altre zone d'Italia o all'estero.

Parlare di memoria grumentina, in contrapposizione a quella saponarese, si riferisce a una coscienza che si è formata dopo che i processi di globalizzazione e modernizzazione - accelerati all'incirca nel periodo in cui la città è stata ribattezzata - hanno trasformato il modo di vivere di Grumento Nova e lo hanno separato dal suo passato. Le esperienze di coloro che sono cresciuti quando la città si chiamava Grumento Nova sono qualitativamente diverse da quelle dei loro genitori e nonni. La memoria grumentina parla delle esperienze e dei ricordi di queste generazioni. È attraverso i loro ricordi che sopravvive un legame con un passato più antico.

Lo scopo di questo progetto non è quello di recuperare o ricostruire il saponarese del 1500, del 1800 o del XXI secolo. La lingua di ognuno di questi periodi sarebbe drasticamente diversa da quella degli altri. E il saponarese di oggi è stato pesantemente influenzato dall'italiano standard e da altre lingue locali della Basilicata. Questo progetto cerca invece di ricostruire il saponarese così come sopravvive nella memoria.

Nelle strade di Grumento Nova si sentono oggi frammenti dell'antico saponarese. Questi frammenti non hanno tutti la stessa origine. Alcune forme e frasi possono essere più antiche o meglio conservate di altre. Tuttavia, attraverso proverbi, storie, soprannomi e frasi nostalgiche, la lingua è sopravvissuta. È sopravvissuta grazie agli sforzi della comunità di Grumento Nova e dei suoi insegnanti, studiosi, studenti e artisti per proteggere il loro patrimonio linguistico. Questo progetto cerca di riprendere il discorso da dove altri l'hanno interrotto, in uno sforzo più ampio e comune di documentare, descrivere e rivitalizzare il saponarese.